10 GIUGNO 1946














TRA DUE GUERRE

Durante la guerra d'Africa vennero prese misure per ostacolare l'eccessiva familiarità dei nostri soldati con le giovani etiopiche e i matrimoni misti, ma più per una considerazione pratica di prestigio, in chiave di politica colonialistica, che non per un'ideologia razzista in senso specifico. Ma dopo il viaggio di Hitler nel 1938 a Roma, dove ricevette assai meno applausi di Chamberlain, vennero pubblicate le "leggi razziali" su modello tedesco, il 17 novembre di quell'anno. L'infeudamento al nazismo, da quel momento, fu totale e segnò uno dei periodi più ignobili della nostra storia post-unitaria. A questo esito era arrivato il regime fascista, non forse per suo autonomo interno sviluppo storico, ma certamente in funzione di quelle forze oscure che avevano contribuito a scatenare in Europa.

Carlo Tullio-Altan, Populismo e trasformismo - Feltrinelli - 1989 (pagine 248-249)


  22/05/2018  

  














QUANDO ERAVAMO NOI
I NUOVI ITALIANI




Giuseppe Rasa, mio padre è il bimbo a sinistra nella fotografia.
Giuseppe Rasa (1910-1975),
mio padre, è il bimbo a sinistra nella fotografia. Dietro di lui mia nonna Giuliana. Località Digonera di Laste (inverno 1917/18)




[ Rinaldo 
 Rasa ]
[ Giuseppe Rasa 
 Elvira De Cassan ]
[ Giuliana Dauru` 
 Giuseppe Rasa ]
[ Domenico De Cassan
 Giovanna Baldissera ]
archivio fotografico rinaldo rasa














Il sole è ormai tramontato. Il gruppo dilegua al nostro
sguardo, poi la stazione e le ultime case. Nella pianura
sconfinata qualche casolare si illumina.

Mario Muccini, " Ed ora, andiamo ! Il romanzo di uno 'scalcinato' " ,
1938 Tecnografica Editrice Tavecchi - Bergamo, p.20.
Fotogramma tratto dal film 'Il grido' diretto da Michelangelo Antonioni (1957)